3038E

Descrizione

Trattore John Deere compatto 3038E

  • Trasmissione idrostatica
  • Trazione a quattro ruote motrici di serie
  • Motore turbocompresso
Tipo di motore Diesel 3 cilindri turbocompresso
Potenza nominale del motore (97/68/EC) 26,9 kW (36,6 CV) a 2500 giri/min
Capacità di sollevamento 615 kg (a 610 mm dalle parallele di sollevamento)
Portata idraulica 52,5 l/min

Il motore diesel Yanmar 3TNV86T-NJT con cilindrata da 1,568 l (95,7 cu in.), turbocompresso con raffreddamento a liquido fornisce 27,4 kW (36,7 CV) al 3038E.

Modello Numero di cilindri Cilindrata del motore Regime nominale Potenza lorda del motore* Potenza lorda PS del motore* Potenza della PTO
3038E 3 1,568 l (95,68 cu. in.) 2500 27,4 kW (36,7 CV) 37,3 PS 22,4 kW (30 CV)

* Motore kW (CV), potenza lorda SAE J1995: 27,4 (36,7) a 2500 giri/min, PS

 

Il motore sfrutta le pi√Ļ recenti tecnologie per ottimizzare il consumo di carburante, migliorare il controllo e l’accuratezza e ridurre l’impatto ambientale. Il sistema Common Rail (CRS) ottimizza il consumo di carburante e riduce i costi di esercizio (rispetto al motore che non utilizza la tecnologia CRS). Grazie all’iniezione ad alta pressione, il carburante viene nebulizzato in particelle pi√Ļ piccole in grado di bruciare pi√Ļ completamente, con conseguente riduzione del consumo di carburante e dei costi di esercizio.

 

L’unit√† di comando elettronica (ECU) fornisce accuratezza e controllo ottimali del carburante. L’ECU monitora e controlla il motore, sorvegliandone continuamente le condizioni e regolando l’erogazione di carburante per garantire il livello ottimale di prestazioni ed emissioni.

 

Il motore √® dotato di un sistema di post-trattamento che funziona in modo automatico. Il filtro di scarico √® costituito da un filtro antiparticolato (DPF) che cattura il particolato (PM) contenuto nei gas di scarico. Utilizzando un processo di pulizia naturale, la maggior parte del particolato intrappolato nel filtro di scarico viene eliminato dal calore del flusso dei gas di scarico generato durante il normale utilizzo della macchina. In condizioni di temperatura, regime del motore o fattore di carico bassi viene avviato un ciclo di pulizia attiva: la temperatura dei gas di scarico viene aumentata tramite l’iniezione di carburante aggiuntivo nel catalizzatore ossidante (DOC) durante la corsa di scarico del normale utilizzo del veicolo.

 

√ą possibile che dopo molte ore di utilizzo il filtro di scarico richieda un intervento di rimozione delle ceneri.

PULIZIA FILTRO ANTIPARTICOLATO

A seconda del carico al quale √® sottoposto il trattore, nonch√© della temperatura ambiente, dell’umidit√† e del regime motore, nel DPF si pu√≤ accumulare una certa quantit√† di particolato che rende necessaria la pulizia. La pulizia del filtro √® determinata da uno dei seguenti tre fattori:

  • Una valutazione prescritta basata sull’intervallo tra una pulizia del filtro e l’altra
  • Sensori di pressione di DOC/DPF
  • Una valutazione dell’accumulo di particolato basata sulle condizioni di carico

 

Se si verifica una di queste tre condizioni, è necessario pulire il filtro. Esistono tre diversi tipi di processi di pulizia del filtro:

  • Pulizia passiva del filtro
  • Pulizia attiva del filtro
  • Pulizia del filtro a macchina ferma
PULIZIA PASSIVA DEL FILTRO

La pulizia passiva del filtro avviene naturalmente quando il motore genera abbastanza calore da ossidare il particolato. Questo processo automatico si verifica continuamente in condizioni di funzionamento normali. Durante la pulizia passiva del filtro sul display non vengono visualizzati né simboli né icone del trattore.

 

NOTA: la pulizia passiva del filtro non richiede alcun intervento dell’operatore e non comporta l’interruzione del funzionamento del trattore.

PULIZIA ATTIVA DEL FILTRO

Se non è possibile raggiungere le condizioni (temperatura, carico o velocità) necessarie per la pulizia passiva del filtro, il PM viene eliminato mediante la pulizia attiva del filtro.

 

Per raggiungere le condizioni richieste, il sistema di gestione della temperatura di scarico (ETM) controlla l’avvio e la durata della pulizia attiva del filtro. Il sistema ETM pu√≤ regolare numerosi parametri del motore e/o iniettare una piccola quantit√† di carburante nel flusso dei gas di scarico per un breve periodo. Il carburante si trasforma in vapore e reagisce chimicamente con i catalizzatori nel DOC per generare il calore necessario per l’ossidazione del PM.

 

√ą importante notare che nel catalizzatore DOC/filtro DPF non avviene mai alcuna combustione del carburante e non si generano fiamme al loro interno.

 

Come per la pulizia passiva del filtro, anche quella attiva non richiede l’intervento dell’operatore e non comporta interruzioni del funzionamento del trattore.

PULIZIA DEL FILTRO A MACCHINA FERMA

In determinate circostanze, quando la pulizia del filtro passiva e attiva non hanno ottenuto l’eliminazione completa del particolato dall¬í’impianto, pu√≤ essere necessario eseguire la pulizia del filtro a macchina ferma. In generale, questo tipo di pulizia sar√† richiesto soltanto quando la pulizia automatica del filtro √® stata disabilitata per un periodo prolungato di tempo e dopo avere ignorato numerose avvertenze che invitavano a eseguire la pulizia del filtro, oppure dopo che il trattore √® stato utilizzato in condizioni di carico leggero. Inoltre, tale operazione pu√≤ risultare necessaria anche nel caso in cui il processo di pulizia automatica del filtro sia stato deliberatamente e ripetutamente interrotto o nel caso di pi√Ļ tentativi non riusciti di pulizia attiva del filtro a causa di un componente guasto. In questi rari casi sar√† necessario parcheggiare il trattore e avviare il processo di pulizia del filtro.

 

Il processo di pulizia del filtro a macchina ferma deve essere attivato in base all’utilizzo e al funzionamento del trattore e richiede circa 30 minuti. Per maggiori dettagli fate riferimento al manuale dell’operatore.

 

Questo sistema monitora costantemente il livello di fuliggine del trattore e verifica che le condizioni di prestazione della macchina siano sempre ottimali, garantendo sempre prestazioni di alto livello.

NOTA: il numero di ore dall’ultima rigenerazione e la percentuale del livello di fuliggine vengono visualizzati sul display a cristalli liquidi.

LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL MOTORE SONO:
  • Basamento economico dei cilindri in fusione per buone prestazioni di raffreddamento e lunga durata
  • Iniezione diretta del carburante
    • Avviamento migliorato
    • Combustione pi√Ļ efficiente grazie all’iniezione diretta di carburante sulla sommit√† dei pistoni
    • Sviluppa maggiore potenza per gallone di carburante rispetto ai motori a iniezione indiretta
  • Minor sollecitazione ai cuscinetti della testa di biella grazie all’impiego di pistoni in lega di alluminio, garantendo un buon dissipamento di calore
    • Il design consente una tolleranza pi√Ļ corretta e neutralizza la dilatazione del pistone, riducendo i gas di blow-by e la rumorosit√† prodotta dallo scampanamento dei pistoni
    • Fasce elastiche superiori che sono pi√Ļ in alto sul pistone e una guarnizione della testata pi√Ļ sottile riducono notevolmente il volume di gas di scarico incombusti, aumentando l’efficienza della combustione
  • Gli ingranaggi di distribuzione e gli ingranaggi di comando dell’iniettore presentano un profilo elicoidale che riduce la rumorosit√† del motore
  • Sistema del carburante con drenaggio automatico
    • Non occorre adescare il sistema se il trattore esaurisce il carburante
    • Il sistema adesca automaticamente la pompa di iniezione, i tubi e gli iniettori, consentendo di recuperare velocemente il carburante per un avviamento pi√Ļ semplice
  • L’impianto di lubrificazione ad alta capacit√† fornisce olio filtrato, in pressione, a tutti i cuscinetti del motore per massimizzare la durata
  • Avviamento e arresto mediante chiave, senza necessit√† di una manopola di arresto del carburante
    • Erogazione di carburante interrotta immediatamente tramite solenoide elettrico non appena la chiave viene portata in posizione di spegnimento. Non √® pi√Ļ necessario tirare la leva di interruzione del carburante come in molti trattori precedenti
  • Filtro del carburante con cartuccia sostituibile
  • Separatore dell’acqua con cartuccia sostituibile aggiuntiva
  • Serbatoio trasparente di recupero del liquido di raffreddamento, per consentire all’operatore di controllare il livello del liquido di raffreddamento senza togliere il tappo del radiatore
Filtro aria del motore a seccoFiltro aria del motore a secco
#
  • Filtro aria del motore a secco con elemento di sicurezza
    • Design a doppio elemento per un’ulteriore protezione del motore
    • Manutenzione semplice
  • Il cofano pu√≤ essere aperto facilmente senza attrezzi per avere un accesso completo al motore
  • La rimozione dei pannelli laterali facilita l’accesso al motore per il controllo e il riempimento dei punti sul lato destro del trattore.

La trasmissione idrostatica di facile utilizzo migliora le prestazioni

I trattori della serie 3E sono¬†disponibile con una¬†trasmissione idrostatica a doppia gamma incorporata in una scatola trasmissione di alluminio pressofuso. Il fluido in pressione trasmette la potenza del motore alle ruote motrici mediante una pompa a circuito chiuso e un motore. Velocit√† di avanzamento infinite consentono all’operatore di adattare la velocit√† del trattore all’operazione.

  • Nessun uso della frizione per cambiamenti di direzione rapidi e semplici
  • Pedali Twin Touch™ per marcia in avanti/retromarcia rapida e semplice
  • Lo scambiatore di calore raffredda l’olio della trasmissione per assicurare una maggiore durata della trasmissione

Le funzioni di sicurezza della trasmissione idrostatica includono quanto segue:

  • Il trattore si avvia solo con la leva di cambio gamma in posizione di folle
  • Il motore si spegne se l’operatore abbandona il posto di guida, a meno che la leva di cambio gamma non sia in folle
  • Il motore si spegne se l’operatore si alza dal sedile e la presa di forza (PTO)√® inserita.
COMANDI A PEDALE TWIN TOUCH
Comandi a pedale Twin TouchComandi a pedale Twin Touch
#

Vantaggio chiave di John Deere РI comandi a pedale Twin Touch di John Deere offrono vantaggi chiave rispetto ai trattori con latrasmissione idrostatica della concorrenza.

  • Alcuni trattori¬†trasmissione idrostatica della concorrenza utilizzano un comando a pedale con design a pedale (punta-tallone) per l’uso della trasmissione idrostatica
    • L’operatore deve usare sia la punta sia il tallone per cambiare direzione, quindi l’affaticamento aumenta
    • La configurazione Twin Touch semplifica anche “l’avanzamento” dei trattori in avanti e indietro (i.e. durante il collegamento degli attrezzi)
COMANDO CRUISE OPZIONALE
Comando Cruise opzionaleComando Cruise opzionale
#

Il trattore serie 3E pu√≤ essere dotato di un interruttore Cruise Control opzionale, installato sulla console di comando di destra. Questo consente all’operatore di mantenere una velocit√† costante durante il trasporto, lo sfalcio o altre applicazioni in cui √® necessario un uso massiccio della trasmissione. Questo kit √® estremamente veloce e semplice da installare per quanti desiderano usufruire di questa funzione.

POMPA IDROSTATICA E MOTORE INTEGRATI
  • Sauer-Danfoss¬ģ fornisce la pompa e il motore integrati; ci√≤ assicura che i componenti siano adatti gli uni agli altri per la massima efficienza
  • Riduce le sollecitazioni della trasmissione
  • Fornisce la forza e la durata necessarie per l’uso di attrezzi come i caricatori
  • Un serbatoio (con un punto di controllo e uno di rifornimento) per la trasmissione, il differenziale e il sistema idraulico velocizza la manutenzione quotidiana
  • L’azionamento meccanico con i comandi a pedale Twin Touch consente di selezionare sia la direzione sia la velocit√† di marcia con la punta del piede
PUNTO DI CONTROLLO DEL FLUIDO DELLA TRASMISSIONE
Punto di controllo del fluido della trasmissione (A)Punto di controllo del fluido della trasmissione (A)
#
  • L’astina di livello del fluido trasmissione facilmente raggiungibile consente di controllare frequentemente il livello del fluido trasmissione.
PUNTO DI RIFORNIMENTO DELLA TRASMISSIONE
Punto di rifornimento della trasmissionePunto di rifornimento della trasmissione
#
  • Il punto di rifornimento della trasmissione (A) posto sopra gli assali posteriori sul lato destro √® facilmente raggiungibile.
PEDALE FRENO E BLOCCO DIFFERENZIALE INTEGRATO
Pedale freno e blocco differenziale integrato Pedale freno e blocco differenziale integrato
#
  • Il blocco differenziale con azionamento a pedale √® integrato nel pedale del freno per semplificare i comandi dell’operatore; il blocco differenziale √® incluso come dotazione di serie per assistere la trazione in condizioni di campo difficili
  • Premere il pedale del freno a met√† per inserire il blocco differenziale che blocca l’assale posteriore migliorando la trazione in campi particolarmente difficili.

Distributore idraulico (SCV) posteriore a due uscite opzionale per prestazioni superiori degli attrezzi

Il kit idraulico posteriore remoto fornisce funzionalità aggiuntiveIl kit idraulico posteriore remoto fornisce funzionalità aggiuntive

I trattori serie 3E possono essere equipaggiati con un kit idraulico posteriore, che fornisce due uscite idrauliche aggiuntive nella parte posteriore del trattore. Il kit può essere installato sul campo in un trattore con o senza caricatore.

 

NOTA: non compatibile con il kit Power Beyond.

 

Le sue funzioni sono completamente separate da quelle del caricatore. A questi distributori posteriori possono essere agganciati a un’ampia variet√† di attrezzi e apparecchiature come quelli seguenti:

  • Lama ad angolazione idraulica
  • Rimorchio ribaltabile
  • Turbina da neve montata sull’attacco a 3 punti
  • Scarificatori idraulici
  • Molte altre attrezzature idrauliche posteriori

Questo kit versatile offre agli operatori dei trattori serie 3E le opzioni che desiderano per utilizzare la macchina in una vasta gamma di attività.

La prima uscita √® dotata di una posizione di flottazione che permette all’operatore di seguire il profilo del terreno e migliorare il livellamento finale con determinati attrezzi.

NOTA: le uscite non sono dotate di una posizione di fermo; pertanto, le uscite non devono essere agganciate a dispositivi a motore, in quanto la valvola non √® stata progettata per l’uso in posizione di apertura. √ą progettata per un flusso idraulico temporaneo su richiesta, ad esempio quando occorre spostare un cilindro.

 

 

Informazioni aggiuntive

Brand